nuovo
Ava, l'agente virtuale AI per l'e-commerce multicanale. Provalo oggi stesso →
eDesk logo

Come vendere su Walmart marketplace

Ultimo aggiornamento Novembre 14, 2022 12 min da leggere
Contenuti

Condividi questo articolo

In questo articolo spiegheremo passo dopo passo come vendere sul marketplace Walmart. Walmart è sempre stato conosciuto come un negozio leader a livello mondiale tra gli americani, e ora ha portato la sua reputazione su scala globale per farla conoscere al resto del mondo. Pertanto, non solo è saggio, ma ci si aspetta che il resto del mondo colga questa opportunità.

TL;DR

  • Conviene vendere su Walmart marketplace? Non tutti possono iscriversi, quindi se riuscite a entrare nella loro piattaforma, dovete assolutamente farlo.
  • Quanto costa vendere sul marketplace di Walmart? Walmart addebita le commissioni solo per i prodotti venduti, il che significa nessun canone mensile… si paga solo per ciò che si vende.
  • Dettagli approfonditi su come fare domanda per vendere sul marketplace Walmart e informazioni e suggerimenti aggiuntivi di cui avrete bisogno lungo il percorso.
  • I vantaggi della vendita sul marketplace Walmart
  • Le principali differenze tra vendere su Walmart e vendere su Amazon

Conviene vendere su Walmart marketplace?

Se aveste l’opportunità di far parte di uno dei più grandi rivenditori al dettaglio del mondo, non rifiutereste di certo un’occasione simile. Allora perché non unirsi alla loro piattaforma di e-commerce ed entrare finalmente a far parte di questo gigante internazionale della vendita al dettaglio?

Walmart offre inoltre a voi venditori altre utili caratteristiche come l’assenza di costi di configurazione o aggiuntivi, l’assenza di minimi di SKU, l’accesso al programma di consegna in due giorni di Walmart e la possibilità per gli acquirenti di restituire i prodotti al negozio Walmart più vicino.

Quanto costa diventare un venditore del marketplace Walmart?

Come già accennato, non ci sono costi mensili fissi o di setup… si paga solo ciò che si vende. Le commissioni variano dal 3% al 20%, a seconda della categoria e del prezzo dell’articolo venduto.

Dettagli su come vendere sul marketplace Walmart e qualsiasi informazione aggiuntiva di cui abbiate bisogno

Il processo di candidatura

La prima cosa da fare è ottenere l’approvazione di Walmart prima di poter iniziare a vendere sul suo marketplace. Il processo di candidatura non dovrebbe richiedere troppo tempo se avete a disposizione tutte le informazioni richieste. Questo elenco è piuttosto ingombrante e comprende cose come :

  • Codice fiscale dell’azienda statunitense (non possono accettare un SSN)
  • Una lettera di verifica del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti che attesti la presenza di un indirizzo commerciale o di una sede operativa negli Stati Uniti.
  • Un metodo di integrazione pianificato per il vostro catalogo prodotti, le categorie primarie di prodotti, le dimensioni del vostro catalogo e qualsiasi altra informazione relativa alle vostre categorie. Il vostro catalogo non può inoltre includere alcun prodotto che rientri nella politica dei prodotti proibiti di Walmart.
  • Uno storico dei marketplace a cui avete aderito e che hanno avuto successo.

La procedura di richiesta può essere complicata e il vostro tempo potrebbe essere speso meglio altrove. Rivolgetevi a Mirakl, che si occuperà per voi di tutte le operazioni di applicazione, in modo che possiate dedicare il vostro tempo alla vostra attività.

Portale di registrazione dei venditori Walmart

Il processo di registrazione

Se avete deciso di fare domanda per vendere sul marketplace Walmart in modo tradizionale e non tramite Mirakl, il passo successivo che dovrete seguire è il processo di registrazione. Solo una volta che Walmart vi avrà approvato a vendere sul suo marketplace (dovrete essere un rivenditore rispettabile con esperienza di vendita sui marketplace prima che vi prenda in considerazione), dovrete completare il processo completando i seguenti passaggi

  • Creare un account – Tutto ciò che dovrete fare è creare un account sulla piattaforma Walmart. Riceverete tutte le informazioni necessarie per farlo una volta approvato il processo di candidatura.
  • Accettare l’accordo con il rivenditore di Walmart: si tratta di un documento legale standard per garantire che voi e i giganti di Walmart siate d’accordo quando si tratta di vendere sul loro marketplace.
  • Registrazione dell’azienda – Una volta registrato il vostro account, dovrete registrare la vostra azienda sul marketplace Walmart. A tal fine, Walmart ha bisogno del nome visualizzato della vostra azienda (il nome che appare quando i clienti consultano la vostra linea di prodotti) e dell’indirizzo della vostra azienda.
  • Moduli fiscali – Walmart non è l’unica parte che ha bisogno di moduli compilati. Ricordate di compilare il modulo W-9 per lo Zio Sam. Assicuratevi che questo modulo includa il vostro nome, l’indirizzo e il vostro TIN (taxpayer identification number).
  • Informazioni sul pagamento – Quando arriva il giorno del mese preferito da tutti, il giorno di paga, Walmart sarà lieto di darvi la vostra parte attraverso i suoi fornitori di pagamento registrati (Payoneer o Hyperwallet). Dovrete assicurarvi di avere un conto con una delle due parti se vi aspettate un giorno di paga da Walmart.
  • Informazioni sulla spedizione – Non ha senso che i clienti passino ore a fare acquisti nel vostro negozio se poi, al momento del check-out, scoprono che la vostra azienda non è in grado di effettuare spedizioni nella loro regione. È quindi molto importante stabilire dove si può effettivamente spedire e quali metodi di spedizione si possono offrire, ad esempio consegna espressa o standard.

Il processo di test

Una volta approvata tutta la domanda e completato il processo di registrazione, si passa alla fase di test. Prima che il marketplace Walmart vi permetta di entrare in funzione, deve proteggere la propria reputazione e assicurarsi che il processo sia snello e che i clienti non abbiano problemi ad acquistare da voi.

Questa fase dell’onboarding consiste nell’inserimento del catalogo e nella verifica degli ordini. I vostri articoli saranno disponibili sul marketplace Walmart solo quando tutti i test saranno completati e Walmart sarà soddisfatta. Ricordate di non chiamare questi articoli “articoli di prova”, perché non appena i test saranno terminati, il prodotto diventerà immediatamente operativo e non è mai una buona cosa che i vostri clienti vedano “articolo di prova” sul prodotto che stanno pensando di acquistare.

Se un articolo del vostro catalogo appartiene a più di una categoria, aggiungete alcuni articoli da ognuna di queste categorie per la fase iniziale di configurazione. Tutti gli articoli aggiunti con successo passeranno allo stato di “stage” e non verranno visualizzati come in vendita fino a quando non si sarà attivati.

Il processo di verifica non deve includere la spedizione, ovviamente, ma dovrà controllare le seguenti caselle. Conferma dell’ordine, cancellazione dell’ordine, spedizione dell’ordine e rimborso dell’ordine. Una volta che 2 o 3 di questi test avranno dato esito positivo, Walmart effettuerà i controlli dell’ultimo minuto, completerà un processo di revisione finale e infine rilascerà il vostro account per iniziare a vendere. Una volta effettuata questa operazione, i vostri articoli diventeranno transabili in poche ore e ricercabili in 24-48 ore.

Ottenere l’approvazione come venditore Walmart

I lati positivi della vendita sul marketplace Walmart

  1. Nessun canone mensile – Come già detto, non ci sono canoni mensili… si paga solo una commissione su ogni articolo venduto.
  2. Inventario illimitato: non c’è limite al numero di SKU che si possono vendere sul marketplace Walmart, da oltre 35 categorie diverse. Assicuratevi solo che nessuno di questi articoli compaia nell’elenco dei prodotti proibiti.
  3. Esposizione – Associarsi a un gigante come Walmart significa una maggiore esposizione e una migliore visibilità per il vostro marchio.
  4. Fiducia e sicurezza – Poiché Walmart è un marchio così affidabile, i clienti sono più propensi ad acquistare su una piattaforma che conoscono e di cui si fidano, il che significa un maggiore afflusso di clienti al vostro negozio online.
  5. Un checkout veloce – Poiché Walmart è un gigante nel settore della vendita al dettaglio, è riuscito a perfezionare il processo di checkout sul suo marketplace. Il marketplace di Walmart offre agli utenti un metodo rapido e sicuro per effettuare il check-out al termine degli acquisti.
  6. Walmart analytics – Walmart offre uno strumento di performance che potete utilizzare per monitorare i vostri progressi sul vostro account di venditore Walmart. Queste informazioni possono rivelarsi estremamente utili per monitorare e migliorare i vostri punti deboli.
  7. Assistenza clienti – Vendendo sul marketplace Walmart, non è necessario preoccuparsi troppo dell’assistenza clienti. Walmart dispone già di un team di persone qualificate che si occuperanno di qualsiasi problema che i clienti possano incontrare sul loro marketplace. L’unica cosa di cui dovete preoccuparvi è il vostro prodotto.

Come posso assicurarmi di essere adatto a vendere sul marketplace Walmart?

Come già detto, Walmart è un’azienda estremamente rispettabile e non permette a chiunque di diventare un venditore Walmart. Di seguito sono elencati i punti principali che i responsabili di Walmart esamineranno prima di prendere in considerazione l’opportunità di un’assunzione come venditore Walmart.

Esperienza di commercio elettronico

La prima cosa da fare è la vostra precedente esperienza nel settore dell’e-commerce. Walmart ha speso anni per costruirsi una reputazione e per questo si è assicurata che i suoi venditori sul marketplace non siano persone qualsiasi, ma venditori esperti. Durante il processo di onboarding, Walmart vi chiederà dove avete venduto in precedenza e per quanto tempo. Poi faranno i loro compiti per analizzare quanto siete stati bravi su queste altre piattaforme. Verificano il grado di soddisfazione dei vostri precedenti clienti, il livello del vostro servizio clienti e la qualità dei vostri prodotti.

Organizzazione

La seconda cosa che noteranno è l’organizzazione, quindi assicuratevi che tutti i documenti aziendali siano a posto e organizzati. Abbiamo menzionato in precedenza in questo articolo quali sono i moduli necessari (come il codice fiscale dell’azienda), quindi assicuratevi di averli a portata di mano e di averli completati prima di iniziare l’applicazione di onboarding.

Storia del servizio

Una storia di servizi eccezionali. La terza cosa che Walmart valuterà è la rapidità e l’affidabilità dei vostri servizi per i clienti. Chi dispone di un proprio magazzino ed è in grado di auto-appagarsi è di solito un candidato forte per queste applicazioni. Tuttavia, i dropshipper non sono ancora fuori dai giochi, a patto che riescano a mantenere un livello simile di sistemi aziendali efficienti.

Catalogo dei prodotti a misura di Walmart

Assicurarsi che i prodotti presenti nel catalogo siano effettivamente adatti a Walmart. Quando diciamo questo, non intendiamo solo dire che non dovreste vendere ciò che è nella loro lista proibita, ma che dovreste esaminare più da vicino ciò che volete vendere lì. Ad esempio, non attirerete la loro attenzione vendendo strofinacci da cucina, perché sicuramente hanno molte opzioni a riguardo e non ne hanno più bisogno. Dovrete anche assicurarvi che i vostri prezzi siano adeguati e più o meno in linea con il resto dei prodotti presenti sul mercato di Walmart.

Avere gli strumenti giusti per mantenere la qualità del servizio clienti a un livello di prestigio

Come disse una volta lo zio dell’Uomo Ragno, da un grande potere derivano grandi responsabilità. In questo caso, con l’aumento delle vendite aumenta la responsabilità di garantire la soddisfazione dei clienti. eDesk dispone di tutti gli strumenti necessari per assicurarsi che la qualità del servizio clienti non subisca un calo quando l’attività è in crescita.

Quante persone vendono sul marketplace di Walmart?

Negli ultimi anni, i venditori sul mercato di Walmart sono raddoppiati. Con 50.000 membri che possiedono un account venditore Walmart nel 2020, questo numero è raddoppiato a 100.000 nel 2021. Ora, nel 2022, Walmart vanta 150.000 rivenditori sul sito web e continua a crescere.

Recensioni dei venditori del marketplace Walmart

Vendere online con Walmart è molto più che vendere. Walmart dispone di un sistema in cui i clienti di Walmart possono inviare recensioni su tutti i venditori del marketplace. Tenete presente che queste recensioni non sono recensioni di prodotti, ma piuttosto una valutazione delle prestazioni del vostro marketplace sul portale Walmart. I clienti sono invitati a concentrarsi sulla loro esperienza con il venditore, compresi i tempi di consegna, i metodi di spedizione e il livello di servizio. Si chiede inoltre di descrivere la propria esperienza e di indicare esattamente ciò che è piaciuto e ciò che non è piaciuto.

Servizio clienti del marketplace Walmart

Come già detto in precedenza nell’articolo, Walmart offre una propria linea di assistenza clienti, quindi non è necessario. Tuttavia, dovete assicurarvi che il vostro servizio al cliente sia impeccabile. Oltre alle recensioni dei venditori del marketplace, i clienti hanno anche la possibilità di contattare l’assistenza clienti di Walmart e non vorrete che un reclamo negativo sui vostri servizi arrivi ai grandi capi di Walmart, senza contare che ha già fatto arrabbiare un cliente.

In genere, è sufficiente mantenere il naso pulito e i servizi al massimo livello che si fanno di solito, e si dovrebbe essere a posto. L’utilizzo dei potenti strumenti di assistenza clienti di eDesk è un ottimo modo per farlo. Questi strumenti includono elementi che possono aiutarvi con il feedback, la knowledgebase e una casella di posta intelligente.

Le principali differenze tra vendere su Walmart e vendere su Amazon

Amazon vs Walmart, la battaglia dei due giganti del commercio al dettaglio. Da tempo è in atto un testa a testa tra queste due superpotenze, che continuano a lottare per il primo posto nella classifica dei migliori mercati su cui vendere. Di seguito sono elencate le principali differenze tra i due e i motivi per cui è necessario un fotofinish sulla linea vincente tra i due.

Quota di mercato dell’e-commerce e del retail

Quota di mercato dell’e-commerce e della vendita al dettaglio. Mentre Amazon ha registrato una presenza al dettaglio di 20 miliardi di dollari nelle vendite di generi alimentari, Walmart è riuscita a raggiungere la strabiliante cifra di 270 miliardi di dollari. Tuttavia, mentre Walmart stava ancora costruendo il suo registro di venditori del marketplace (ora a 150.000), Amazon aveva più di 493.000 venditori quando Walmart ne aveva 50.000.

Vendita di fess

Spese di vendita. Come già sapete, Walmart si basa esclusivamente sulle commissioni e quindi si paga solo ciò che si vende. Amazon, tuttavia, ha qualche altra tassa di servizio da aggiungere al proprio registro. Oltre ai tassi di commissione che raggiungono il 20% (simili a quelli di Walmart), è necessario aderire a uno dei loro piani di vendita. Il piano individuale prevede un addebito di 0,99 dollari per ogni articolo venduto, mentre il piano professionale ha un costo fisso di 39,99 dollari. Amazon prevede altre spese a cui dovrete prestare attenzione. Una di queste tariffe, tuttavia, è quella per l’adempimento FBA, utilizzata per aiutare i venditori a esternalizzare le spedizioni direttamente ad Amazon.

Inserimento e inserimento nell’elenco

Prodotti di bordo e di quotazione. Per quanto riguarda l’onboarding tra i due marketplace, è molto più facile entrare nel marketplace di Amazon. È sufficiente decidere quale piano di vendita e configurare il proprio centro di vendita per passare subito all’inserimento dei prodotti. Caricare il catalogo dei prodotti è facile e può essere fatto aggiungendoli singolarmente (un’ottima opzione per chi non ha troppi prodotti diversi), utilizzando un modello Amazon per elencare gli articoli in blocco o utilizzando un partner di integrazione per automatizzare e fare tutto il lavoro di routine per voi.

Walmart, invece, è un po’ più complicato. Abbiamo già analizzato il processo di inserimento e quotazione di Walmart in questo articolo, quindi non ci addentreremo nuovamente in questo argomento. Il punto, tuttavia, è che è lecito supporre che Amazon si aggiudichi il primo posto in questa tappa della gara.

Prezzi e concorrenza del buy box

Prezzi e concorrenza del Buy Box. I venditori Amazon hanno in genere bisogno di un re-pricer automatico sul loro negozio per mantenere un vantaggio competitivo e per conquistare la casella di acquisto. La casella di acquisto è la “vendita vincente” quando un cliente controlla il proprio ordine senza specificare da quale rivenditore desidera acquistare.

La scatola degli acquisti di Walmart, invece, funziona in modo leggermente diverso. Il repricing può essere effettuato solo una volta al giorno e ci sono regole rigorose da seguire quando si tratta di stabilire il prezzo dei prodotti. Le due regole di prezzo più importanti sono la parità di prezzo e la leadership di prezzo di Walmart.

La parità di prezzo stabilisce che “se uno dei vostri prodotti può essere acquistato da un negozio concorrente a un prezzo inferiore, il vostro prodotto sarà eliminato dal vostro negozio Walmart”.

La leadership di prezzo afferma: “Se uno dei vostri prodotti può essere acquistato da qualsiasi venditore su Walmart.com o su qualsiasi altro sito concorrente a un prezzo drasticamente inferiore (con spedizione inclusa), il vostro prodotto sarà eliminato dall’elenco”. Quindi assicuratevi di tenerlo sotto controllo quando fate le vostre correzioni di prezzo.

Spedizione e adempimento

Come già sappiamo, i venditori del marketplace hanno la possibilità di aderire ai loro servizi FBA per distribuire facilmente i loro prodotti. Ciò può essere controintuitivo, in quanto i venditori si affidano esclusivamente a un’azienda di logistica per gestire tutte le loro spedizioni, e sappiamo tutti che non è la migliore idea mettere tutte le uova in un solo paniere. Questo si è dimostrato quando Amazon ha interrotto la spedizione di articoli non essenziali in seguito alla pandemia di coronavirus del 2020, compromettendo molti venditori sul suo marketplace.

È per questo motivo che molti venditori optano per un approccio più ibrido alla spedizione e hanno diversi cestini per uova diverse. Utilizzano società di spedizione terze per alcuni dei loro prodotti e i servizi FBA di Amazon per altri.

Walmart ha introdotto il suo programma di fidelizzazione chiamato Walmart+ per competere con Prime di Amazon, puntando sulla spedizione veloce come vantaggio fondamentale. Walmart offre la spedizione gratuita illimitata in giornata su tutti gli articoli di drogheria e la spedizione gratuita in due giorni per tutti gli ordini superiori a 35 dollari. Per fortuna, non è necessario iscriversi ad alcun abbonamento per godere di questo vantaggio.

Partecipando al programma di spedizione in due giorni, potete posizionare il vostro prodotto più in alto nei risultati di ricerca e avere maggiori possibilità di aggiudicarvi la buy box.

Ci sono 3 modi per qualificarsi per la spedizione in due giorni sulla piattaforma Walmart.

  1. Autosufficienza – Prima di candidarsi è necessario aver venduto per almeno 90 giorni e soddisfare rigorosi standard di rendimento.
  2. Deliverr – Il partner ufficiale di Walmart per le spedizioni. L’esternalizzazione a loro permette di ottenere la pre-approvazione per le etichette di spedizione rapida di Walmart.
  3. Walmart fulfillment services – Un servizio disponibile solo per i venditori affermati, ma è possibile presentare una domanda se Walmart decide di far crescere questa divisione.

Standard di prestazione

Amazon tiene traccia e determina le vostre prestazioni somministrando le seguenti 3 osservazioni.

  1. Mantenere un tasso di difettosità degli ordini inferiore all’1% su 60 giorni.
  2. Mantenere il tasso di cancellazione a un massimo del 2,5% su 7 giorni.
  3. Mantenere il tasso di ritardo nelle spedizioni a un livello pari o inferiore al 4% su periodi di 10 e 30 giorni.

Questi requisiti non sono più validi se si decide di utilizzare il programma Amazon FBA, in quanto Amazon si assume la responsabilità di eventuali problemi di spedizione. L’autoapprovvigionamento vi darà un avvertimento da parte di Amazon e la possibilità di presentare un piano d’azione ad Amazon prima che avvenga la sospensione.

Per quanto riguarda Walmart, è necessario seguire 3 metriche leggermente diverse per essere al passo con gli standard di performance.

  1. Mantenere i tassi di difettosità degli ordini a 90 giorni al di sotto del 2%.
  2. Mantenere un tasso di puntualità delle spedizioni superiore al 99%.
  3. Mantenere un record di tracciabilità superiore al 99%.

Avete bisogno di aiuto per rispettare gli SLA?

Opportunità di branding e pubblicità

Il 78% delle ricerche su Amazon sono unbranded, il che significa che sempre più persone iniziano ad acquistare per il prodotto e non per il marchio. È quindi importante, ora più che mai, creare quanta più brand awareness possibile e convincere le persone a cercare il vostro marchio specifico quando fanno acquisti online.

Amazon dispone di sistemi per aiutarvi a mantenere il vostro marchio e a proteggervi dall’acquisto di contraffazioni. Mantenere il nome del vostro marchio buono e conosciuto.

Walmart funziona in modo leggermente diverso. Walmart si considera un marchio, e a ragione. Meno dell’1,6% dei venditori di Walmart fa effettivamente pubblicità.

Per concludere, vale la pena vendere sul marketplace di Walmart?

Inserire il vostro negozio nel marketplace di Walmart non è un’impresa facile, ma darà sicuramente i suoi frutti una volta inserito. L’abbonamento è un metodo di pagamento in base alla vendita, quindi i mesi negativi non comportano l’addebito di costi eccessivi. Il marketplace sta crescendo rapidamente, raddoppiando ogni anno i suoi venditori, il che è ottimo per far conoscere la propria attività e ottenere un po’ di visibilità del marchio. Infine, potrete anche usufruire del programma di spedizione gratuita in 2 giorni per vendere ancora di più ai clienti potenziali ed esistenti.

Cercate altri grandi contenuti come questo? Di seguito abbiamo raccolto un elenco di risorse correlate.